[et_pb_section admin_label=”section”][et_pb_row admin_label=”row”][et_pb_column type=”4_4″][et_pb_text admin_label=”Testo” background_layout=”light” text_orientation=”left” use_border_color=”off” border_color=”#ffffff” border_style=”solid”]

Ho sempre amato il cinema e la musica come forma d’arte e, soprattutto, di spunto evolutivo.
Sono diventata molto abile nel trarre insegnamenti da una pellicola e da un testo e trasformarli in strumenti concreti, ed è per questo che ho deciso di mettere a disposizione di chi ha le mie stesse passioni, una testa e un animo brillante e intraprendente, le mie abilità e competenze da Coach.

Ho messo sù questa nuova “formula formativa” per chi ha voglia di formarsi anche in maniera alternativa.
Non potevo esimermi, quindi dal condividere con voi anche quest’arte straordinaria, ovviamente letta e utilizzata in chiave formativa-evolutiva.

Quando si dice “deformazione professionale”…beh, diciamo che io ne ho fatto un modus vivendi, anche perché la mia professione si presta alquanto bene a questo.

Ho deciso di creare una rubrica specifica all’interno di questo spazio dove, periodicamente scriverò di cinema e di musica.

In che maniera?
Sotto quale chiave?

Ogni tanto le mie serate di corso le trasformo in veri e propri cinema formativi tanto che, ho pensato bene di trasformare questa improvvisazione, in un vero e proprio format grazie al quale, periodicamente, tengo una serata dal titolo “Al Cinema col Coach” così strutturata:

-introduzione,
-visione di un film scelto da me,
-sharing e
-formazione applicata.

Detta così può sembrare macchinoso, in realtà è un evento che, molto più di altri, lascia un segno profondo ed efficiente sull’utente, visto che le storie, da sempre, hanno un potere catartico, risvegliante, risolutivo sulle persone.

Un recente studio dimostra che le storie hanno il potere di modificare i nostri parametri fisiologici e di conseguenza la chimica del nostro cervello, agendo anche sulle nostre azioni. Ecco perché possono essere risolutive, guaritrici, stimolanti…
A volte un film insegna più di 1000 parole…
Ci sono pellicole all’interno delle quali i personaggi, gli intrecci, le trame, sembrano raccontare la tua vita o, anche se così non fosse, ti immedesimi talmente tanto che di certo qualche leva personale è stata profondamente toccata.

Perché ciò accade?
Perché, come detto sopra, le storie, le metafore, i racconti, sono i mezzi più potenti tramite i quali noi ci immedesimiamo e, addirittura, a volte risolviamo conflitti, pressioni, troviamo soluzioni e raggiungiamo nuove consapevolezze.
Prova a pensare…
Qual è stato l’ultimo film che ti ha lasciato una riflessione, un insegnamento o una consapevolezza importante?
Come hai sfruttato a tuo vantaggio questa cosa?
Come l’hai inserita nel tuo quotidiano?
Se ti viene complicato rispondere è solo perché quella sensazione o insegnamento non lo hai portato su un piano di consapevolezza ed è rimasto come emozione, sensazione percepita.
Nulla di male, ci mancherebbe altro, ma quanto sarebbe interessante trarre il massimo beneficio anche da un film?

Stessa cosa, anche se in maniera diversa, accade con la musica.
La musica ha un potere atavico sull’uomo proprio perché riporta al battito del cuore che è il primo ritmo a cui siamo sottoposti.
Come per il cinema anche i testi raccontano storie in cui potersi rispecchiare e alcuni di essi più di altri portano con sé messaggi importantissimi che, se consapevolizzati e integrati, valgono come un intero corso di formazione.

Spesso scrivo o cito frasi estrapolate da testi di canzoni che rendono benissimo un concetto appena spiegato e, l’effetto sortito è una sorta di flash, di lampadina che si accende, un click da effetto “aha”…( quell’effetto che ti fa l’avere una intuizione improvvisa e che ti fa esclamare il famoso: “aha”…)

Alcuni studiosi si sono chiesti come nascano queste improvvise intuizioni che portano alla soluzione del problema.

La letteratura scientifica elenca quattro caratteristiche principali di questa esperienza:

– Subitaneità: L’esperienza è sorprendente ed immediata;
– Facilità: rispetto agli ostacoli incontrati in precedenza, i rimedi della soluzione appaiono semplici e facili;
– Effetto positivo: visto che si è trovata la soluzione, l’esperienza viene considerata positiva;
– Sensazione di essere nel giusto: la soluzione viene considerata efficace ancor prima che venga messa in pratica.

Chiaro quale può essere la valenza e il potere di una frase, di una storia, di una trama, di una metafora?
Ovvio che un occhio, una mente e un cuore allenato, coglie molte più sfumature del normale…

Ecco perché voglio raccontarvela a modo mio…

Pronti?

 

[/et_pb_text][et_pb_blog admin_label=”Blog” fullwidth=”off” include_categories=”15,16″ show_thumbnail=”on” show_content=”off” show_more=”on” show_author=”off” show_date=”off” show_categories=”on” show_comments=”on” show_pagination=”off” offset_number=”0″ use_overlay=”off” background_layout=”light” use_dropshadow=”off” use_border_color=”off” border_color=”#ffffff” border_style=”solid”] [/et_pb_blog][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]

Pin It on Pinterest

Share This