FacebookTwitter

Fai attenzione a ciò che chiedi…

Share On GoogleShare On FacebookShare On Twitter

Il regalo più grande che Dio possa fare a genitori rigidi è dare loro figli ribelli…

Detta così sembra una punizione ma se capisci il senso reale, di punizione ha ben poco, anzi…

Durante i miei corsi mi si sente spesso dire di stare molto attenti a ciò che si chiede perché la risposta arriva si, ma sotto una forma inaspettata…

Se chiedi pazienza non ti arriverà la pazienza ma l’opportunità di sperimentarla e allenarla…

Se chiedi serenità non ti arriverà la serenità ma l’opportunità di sperimentarla e allenarla…

Se chiedi gratitudine non ti arriverà la gratitudine ma l’opportunità di sperimentarla e allenarla.

Ecco perché quando sei lì lì che prendi finalmente la decisione di: lasciare il lavoro, prendere una decisione che rimandavi da tempo, prenderti cura di te, ecc… ad un certo punto “sembra” che tutto ti si ritorca contro.

“Ho deciso finalmente dopo anni di prendermi un week end tutto per me e fare un viaggetto con i soldi messi da parte”…ed ecco che si rompe la macchina…

“Ho deciso finalmente di dare una nuova opportunità ad un mio collaboratore che fino ad ora è risultato inaffidabile”… ed ecco che disattende nuovamente le mie richieste…

“Mi sono ripromesso di essere più flessibile perché ho finalmente capito che la mia rigidità non mi ha portato altro che problemi”… e “mi capita” un figlio ingestibile, fuori da ogni regola…

“Mi sono data come regola l’essere più paziente”… ed in un colpo solo mio figlio fa i capricci, mi casca la spesa dalle mani, non trovo le chiavi della macchina e qualcuno mi stressa col clacson per liberare il parcheggio…😱😱😱

Ci piace vincere facile…

Siamo tutti bravi e fighi quando tutto intorno è tranquillo e le condizioni sono favorevoli, ma il vero equilibrio, il vero spessore personale viene fuori quando intorno ci sono più cose da gestire che altro…

Pensaci la prossima volta che vorresti mandare tutto a quel paese e, per favore, vai a rivedere la tua domanda iniziale:

Cosa hai chiesto?

Molto probabilmente la risposta è arrivata da tempo ma tu l’hai accolta come un ulteriore problema da gestire…

 

Commenti

commenti

Pin It on Pinterest

Share This