FacebookTwitter

Patch Adams

in Al Cinema col Coach, Rubriche

Il personaggio reale ho avuto la fortuna di vederlo dal vivo e ho potuto VEDERE un genio vero e proprio che, come tutti quelli veri, ha dovuto lottare con una società conformata che non ha fatto altro che etichettarlo e perseguitarlo come “matto” e bisognoso di cure psichiatriche. Lui, per tutta risposta, si fa spazio tra i medici tradizionali e introduce la risoterapia nei primi anni settanta. Il film del 1998, con protagonista Robin Williams. tratto dalla sua autobiografia “Gesundheit: good health is a laughing matter” ovvero “La buona salute è una questione di risate.” Hunter Adams é un giovane instabile che tenta più volte il suicidio e ad un certo punto, dopo l’ennesimo tentativo decide di farsi ricoverare in un ospedale psichiatrico. Una grande fonte di ispirazione per lui fu il suo compagno di stanza che gli fece notare come non bisogna limitarsi a quello che vediamo, ma...

Father and son

in Collegamenti Musicali, Rubriche

Fin dalle prime note una sorta di tenerezza infinita mi prende allo stomaco. Sarà perché è un pezzo che parla di famiglia, sarà per la profonda e spessa voce di Cat Stevens, sarà perché il pensiero va nell’immediato a mio padre, sarà per tutte queste e altre ragioni che hanno poco di logico, certo è che questo brano è uno dei pochi tributi al rapporto, seppur complesso, tra padre e figlio e senza dubbio una delle canzoni più celebri della storia del progressive rock. È messo in scena il conflitto generazionale vecchio quanto il mondo, ma messo giù con una delicatezza infinita e si lascia contornare dall’amore immenso che c’è alla base e che va oltre ogni apparente contrasto. Se vogliamo possiamo vedere il messaggio anche da una prospettiva più ampia, quella che abbraccia noi come figli e qualcosa di più grande come Padre, che bistrattiamo o contrastiamo quando le cose...

Inside Out

in Al Cinema col Coach, Rubriche

Film del 2015 che ha fatto avvicinare i più al complesso e intrecciato mondo delle emozioni in una maniera semplice, fruibile e, se vogliamo, anche logica… Questo è un cartone che si dovrebbe proiettare nelle scuole più e più volte per far approcciare all’intelligenza emotiva, cosa che ad oggi è diventata abbastanza urgente… Tra le altre cose, la più istruttiva del film è l’esaltazione della complementarietà delle varie emozioni perché, solo un’ampia rosa di emozioni vissute dà equilibrio e non il contrario. Nel film questo è riportato alla perfezione. Protagoniste assolute della pellicola 5 emozioni base: GIOIA TRISTEZZA PAURA DISGUSTO RABBIA Le 5 emozioni base e quindi i protagonisti del film, sono ispirati alle teorie dello psicologo americano Robert Plutchik, secondo il quale tutti noi abbiamo otto emozioni base, organizzate in coppie di opposti: Gioia e Tristezza Rabbia e...

Beautiful that way

in Collegamenti Musicali, Rubriche

I più la conoscono come il tema del maestro Piovani più famoso della colonna sonora del film premio Oscar “La vita è bella”, nella sua straordinaria, delicata, forte, impattante versione di Noa… Piovani propone alla cantante israeliana di comporre i versi di questo meraviglioso tema e lei accettò la sfida perché fu amore a prima vista. La stessa Noa in un’intervista ha spiegato: “Nicola Piovani mi chiese di scrivere dei versi per due suoi temi tratti dal film “La vita è bella” di Benigni. “Buongiorno Principessa” era un po’ troppo lento ed i versi non si adattavano bene. Quando, invece, ho sentito quello che poi è diventato “Beautiful that way” ne sono stata subito conquistata. E’ stato come se la musica mi avesse detto: per favore, scrivi i versi per me”. Noa fa letteralmente sua (e di tutti gli ebrei, come dirà in un’altra intervista) quella...

La vita è bella

in Al Cinema col Coach, Rubriche

Orgoglio italiano e non solo per il meritatissimo premio Oscar. Questo è quel che si suol dire un vero e proprio capolavoro che contribuisce a quell’eredità umana sana, miracolosa, pulita, emozionante al punto da toccare le viscere. La storia la conosciamo tutti, riprende la vita di Guido, un brav’uomo appassionato di indovinelli e suo figlio Giosuè, in un campo di concentramento durante uno dei periodi neri della nostra storia. Si parte dal prima, dalla normalità di vita di una bella e felice famiglia per poi arrivare alla vita completamente stravolta in un campo di concentramento, la separazione dall’amata “principessa”, gli orrori e…. il protagonista assoluto: “IL GIOCO”. Pur di proteggere Giosuè dagli orrori della realtà, infatti, Guido sin dall’inizio del tragico viaggio in treno, racconta a Giosuè che stanno partecipando a un gioco a premi, in cui si dovranno...

Temporale

in Collegamenti Musicali, Rubriche

Ed eccomi con il primo articolo riguardante un testo italiano e non potevo non iniziare dall’artista che più sento vicino a me: Lorenzo Cherubini in arte Jovanotti! A volte mi trovo a dover quasi giustificare questa mia passione verso il suo l’operato. Chiedo appunto di leggere fino in fondo anche se non è tra i tuoi preferiti…🙏 È proprio vero che per alcuni personaggi non sono contemplate vie di mezzo o li si odia o li si ama. Di Jovanotti non amo solo il prodotto finale, quindi le canzoni in sé, che comunque adoro, quanto il viaggio che lui fa e condivide per arrivarci, la preparazione, gli up e down, la creazione e la distruzione, l’ispirazione, l’insoddisfazione, le letture, i viaggi, le influenze… Come tutti gli appassionati, ( e chi ha una passione mi può capire…), ho letto tutto il leggibile e ascoltato tutto l’ascoltabile che lo...

Pin It on Pinterest