FacebookTwitter

Continuo a correre tutto il giorno…non ho il tempo per fermarmi.

Share On GoogleShare On FacebookShare On Twitter

Due boscaioli lavoravano nella stessa foresta e abbattevano alberi.

I tronchi erano imponenti, solidi e tenaci.

I due boscaioli usavano le loro asce con identica bravura, ma con una diversa tecnica:

  • il primo colpiva il suo albero con incredibile costanza, un colpo dietro l’altro, senza fermarsi se non per riprendere fiato rari secondi.
  • Il secondo boscaiolo faceva una discreta sosta ogni ora di lavoro.

Al tramonto, il primo boscaiolo era a metà del suo albero, aveva sudato sangue e lacrime e non avrebbe resistito cinque minuti di più.

Il secondo era incredibilmente al termine del suo tronco, avevano cominciato insieme e i due alberi erano uguali!

Il primo boscaiolo non credeva ai suoi occhi. “Non ci capisco!

Come hai fatto ad andare così veloce se ti fermavi tutte le ore?”.

L’altro sorrise:

“Hai visto che mi fermavo ogni ora, ma quello che non hai visto è che approfittavo della sosta per affilare la mia ascia”.

In un mondo come il nostro dove chi è più veloce vince, ci si dimentica spesso che l’andare veloce spesso non è una questione di velocità ma di strategia.

“Continuo a correre tutto il giorno e non ho tempo per fermarmi”,

questa è la più grande trappola ipnotica nella quale si cade.

Il risultato sta a portata di mano, ad un millimetro da noi ma non abbiamo il tempo per fermarci un attimo e prenderlo in considerazione.

A vederla così sembra da sciocchi ma purtroppo è proprio questo ciò che accade.

FERMARSI con regolarità è la strategia più efficace che tu possa applicare perché ti permette di monitorare, di visionare se stai andando nella giusta direzione o se ti stai discostando troppo da ciò che ti sei prefissato, ti consente di potare o aggiungere se funzionale al risultato.

Se questo lo fai solo quando sei sotto pressione perché mancano pochissimi giorni alla scadenza, avrai pochissimo tempo per recuperare e la percentuale di riuscita sarà scarsissima.

Abituati a monitorare, revisionare, FERMARTI, per ripartire più efficiente di prima e garantirti il risultato.

Facile?

No, fino a che non lo diventa, come tutte le cose che non siamo abituati a fare e che se disciplinati, piano piano diventano parte di noi…

Chi affila la lama con regolarità arriva prima di chi tira dritto come un treno sprecando anche più energia del dovuto.

Commenti

commenti

Pin It on Pinterest

Share This